La formazione per la terza sfida di Continental Shield con il RC Batumi, 08 Dicembre 2017

A A A

La formazione per la terza sfida di Continental Shield con il RC Batumi, 08 Dicembre 2017

La formazione per la terza sfida di Continental Shield con il RC Batumi
 
Tizzi in azione contro il CDUL
Tizzi in azione contro il CDUL
Terzo turno di Continental Shield per il Rugby Viadana 1970 che Sabato 9 dicembre, alle ore 15, affronterà i Georgiani del Batumi Rugby Club.
Per i giallo-neri continua ed anzi, va ad aggravarsi, la situazione di grande emergenza che lo staff tecnico ormai affronta da inizio stagione. Grigolon non ha ancora recuperato del tutto e la sua presenza è  forse, Gelati, che sabato ha sostituito lo stesso Grigolon, ha rimediato una distorsione al ginocchio ma potrebbe farcela, anche se  giocherebbe ovviamente condizionato dall’infortunio. Moreschi, altra terza linea schierata sabato, invece, è out per una lesione al bicipite e si è andato ad aggiungere alla lista dei lungodegenti insieme a Ormson, Pavan, Menon, Garfagnoli, Delnevo, Ferro e Wagenpfeil. A questi, inoltre, va aggiunta l’essenza per squalifica fino a fine anno di Brandolini.
Il reparto di terza linea, come la prima linea, è cos’ decimato e non è escluso l’impiego dal primo minuto del giovane Ribaldi (1997) se Gelati e Grigolon non dovessero superare il fitness test previsto sabato mattina.
Partirà invece dal primo minuto Davide Novindi, dopo aver esordito in prima squadra con il Conad Reggio.
“Redenzione. Questa è la parola che mi viene in mente se penso a cosa ci andremo a giocare sabato.
Torniamo a giocare in Continental Shield allo Zaffanella e dopo la gara persa contro i portoghesi del Cdul, abbiamo un debito da saldare nei confronti dei nostri tifosi e della nostra dirigenza, dobbiamo fare una grande partita e provare a vincere per rimanere in corsa per il passaggio del turno.
Ci giochiamo l'onore nostro e quello del rugby italiano, contro un Club di una nazione che ci precede nel ranking mondiale e che non fa mistero di voler prendere il nostro posto nel rugby che conta.
Il Batumi è una squadra molto fisica, hanno in cabina di regia Lasha Khmaladze, apertura della Georgia agli ultimi due mondiali del 2011 e 2015, giocatore di grande classe ed esperienza.
Praticano un rugby semplice ma molto efficace, sarà fondamentale la solidità difensiva nelle collisioni uno contro uno e il non concedere calci di punizione da convertire in punti o touche dentro ai nostri 22.
Abbiamo studiato bene i nostri avversari e sviluppato un piano di gioco che prevede di fare tanto possesso palla cercando di alzare il ritmo e l'intensità del gioco il più possibile, ancora una volta i problemi di organico che abbiamo dovranno diventare opportunità importanti per chi scenderà in campo.
Come di consueto faccio un appello ai nostri tifosi affinchè vengano numerosi allo stadio per aiutarci a vincere.” – queste le parole di Coach Frati.
La formazione che sfiderà il Rugby Club Batumi: Spinelli; Manganiello, Finco, Tizzi, O’Keeffe,; Rojas, Bacchi; Gelati, Anello, Denti And. ©; Caila, Orlandi; Novindi, Ceciliani, Breglia. A disp.: Silva, Bergonzini, Denti Ant., Chiappini, Ribaldi, Gregorio, Biondelli, Amadasi.
 




precedente: La formazione che affronterà il Petrarca nell'ultima giornata di Continental Shield
successivo: La formazione per l'importante sfida con il Petrarca Padova



Internet partner: Sigla.com
[www.sigla.com]