Storia, 2014 e l’Associazione

A A A

Storia, 2014 e l’Associazione

2014 e l’Associazione

Il 2014 è un anno fondamentale per la storia del club dopo il biennio precedente, momento di transizione per  il passaggio del testimone dalla gestione Melegari al nuovo corso. Si parla dunque di un nuovo titolare del diritto sportivo: si scrive Associazione Rugby Viadana 1970, ma si legge LA GENTE. Gli appassionati, i sostenitori e tutti coloro che hanno sentito il bisogno di dare seguito alla storia del Club rivierasco si sono uniti sotto il tetto dell’associazionismo ed hanno posto il proprio nome su una parte del club. Viene ripreso il vecchio logo e si aggiunge 1970 (anno di nascita del Rugby Viadana, n.d.r.) al nome, ma si mantengono assolutamente inalterati i colori sociali. Il presidente dell’Associazione è l’Onorevole Gianni Fava, mentre alla guida del club sale un altro caldeggiatore dell’operazione, il nuovo presidente giallonero  Davide Tizzi. Un altro volto molto conosciuto al popolo viadanese si aggrega al nuovo progetto, per anni è stato capitano ed aveva il numero 1 sulla maglia, mentre la carica societaria di Mario Savi è quella di vice presidente. La parte operativa è affidata al direttore generale Fausto Parmigiani ed al direttore sportivo Alberto Bronzini, mentre la dirigenza si va a comporre di altre figure emerse dalla passione per la palla ovale, gli imprenditori Ennio Bini e Alessio Zanoni ed il notaio Augusto Chizzini. L’allenatore individuato per questa nuova avventura è il neozelandese Regan Sue mentre per i gradi di capitano si opta per un ritorno dall’Inghilterra (Doncaster Knights), quello di Roberto Santamaria. La stagione 2014/2015 vive un altro momento di grande splendore, infatti, lo stadio Zaffanella è inserito nel novero degli impianti sportivi che ospitano il mondiale di rugby Under 20 nel mese di giugno.



Internet partner: Sigla.com
[www.sigla.com]